Il Provolone Valpadana DOP è approdato a Napoli e ha chiamato a sé la città che ha risposto con grande entusiasmo. “SWEET OR SPICY NIGHT OUT”, l’apéro show organizzato dal Consorzio Tutela Provolone Valpadana non ha deluso le aspettative: oltre 250 le persone intervenute ieri, durante la serata evento che ha registrato il tutto esaurito.

Gli ingredienti c’erano tutti perché fosse un appuntamento imperdibile: una location da sogno come Villa Cilento, a Posillipo, una temperatura da “una notte di mezz’estate” e un protagonista, unico e indiscusso: il Provolone Valpadana DOP.

La bellissima dimora con la sua ineguagliabile terrazza panoramica sull’isola di Capri ha aperto le porte alle 18:30 per un’anteprima riservata a giornalisti, opinion leader e autorità e dalle 19:30 ha iniziato ad accogliere un folto pubblico di cittadini.

La serata è entrata subito nel vivo grazie al suggestivo videomapping che ha trasformato la facciata di Villa Cilento in uno schermo dinamico: gli elementi architettonici della storica dimora si sono scomposti per narrare, con tutta la potenza delle immagini, la campagna promozionale del Provolone Valpadana “CHOOSE YOUR TASTE, SWEET OR SPICY, ONLY FROM EUROPE”, progetto triennale voluto dal Consorzio che, attraverso il co-finanziamento della Commissione Europea, si propone di migliorare il grado di riconoscibilità del suo prodotto a marchio europeo di qualità e aumentarne competitività e consumo.

Fino alle 21, gli ospiti hanno potuto assaporare il formaggio DOP nella sua amabile complessità: tantissimi gli accostamenti gourmet, da quelli tradizionali a quelli più sofisticati, nonché due percorsi di degustazione attraverso i quali il Provolone Valpadana DOP si è mostrato in purezza e nella sua duplice anima di dolce e di piccante.

Un evento immersivo, quello di “SWEET OR SPICY NIGHT OUT”, che ha catturato l’immaginario del pubblico attraverso una combinazione perfetta di gusto, bellezza ed eleganza. Ballerine con scenografici abiti haute couture luminosi, accompagnate dalla musica dal vivo di una violinista, hanno regalato ai napoletani un’esperienza visiva unica e spettacolare.